ABoZers’ Blog

deutschelandish

Posted in Uncategorized by aboz on 14/01/2009

[piccolo corso di tedesco inventato]

Cari abozers, visti gli ultimi post, ho deciso di condividere con voi i miei (pochi) studi di tedesco.

Capito che non potevo competere in/con una lingua così strutturata ho infatti deciso di usare l’approccio pugliese:  “lo scarto a gomito della lepre” (come lo chiamava C. Bene).  Sorprendere la controparte, cioè, mettendo in campo un comportemento inatteso.

Come, direte voi? Usando parole inventate da voi ma che i tedeschi non conoscono! Poi trattate “una resa onorevole” e il passaggio all’inglese.

Qui, una puntata per volta, troverete i primi rudimenti di un tedesco inesistente ma, spero, affascinante.

zainily

aboz

8 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Carfez Aboibel Rais said, on 14/01/2009 at 12:30

    Eja spit s’il vous plait domine quia sum peccatore und brauche ich your benevolentia, poor Salvatore io non Dulcinianus aber Valdensis bin …

  2. El fiol del Zani said, on 14/01/2009 at 12:42

    Die Bedeutung des LEUBENS…

    E chi vo’ capì…

  3. Carfez Aboibel Rais said, on 14/01/2009 at 13:04

    Leben und sterben in Los Angeles con la pistola …

  4. Francis said, on 14/01/2009 at 13:48

    Il Bambino Salvatore!!!!

  5. aboz said, on 14/01/2009 at 14:04

    No, no, il gioco non è scrivere in lingue ignote…
    o usate il tedesco/inglese/francese/urdu/etc. e poi spiegate, oppure inventate da zero ma dando le chiavi di lettura…

  6. aboz said, on 14/01/2009 at 14:05

    “u par(e) cu u suzz(e) ”

    antico proverbio molfettano che, se non traducete subito *tutti i vostri post*, non vi spiego…

    a-boz

  7. Carfez Aboibel Rais said, on 14/01/2009 at 14:14

    il pari con il dispari, il pulito con lo sporco (le scorze con le fave)

    io in genere preferisco lo Sturm und Drug

  8. El fiol del Zani said, on 14/01/2009 at 15:26

    Lingue ignote? No, *termini* ignoti in lingue note, e chi ci ricorda questa vignetta? (Donde il mio criptico commento quivi postato poc’anzi).

    Aboz, che fai, vacilli?

    Zy. EFdZ


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: